EDIPO
2019, Opera-Camp

Scenografia e costumi
Aula Magna Universitá Mozarteum, Festival di Salisburgo, Filarmonica di Vienna

In collaborazione con la Filarmonica di Vienna e con il sostegno della Fondazione di Salisburgo, della Fondazione austriaca americana (AAF) e del Gruppo di investimento Solway

Temendo che una terribile profezia potesse realizzarsi, il re Laios di Tebe scaccia il figlio neonato Edipo. Non cresce con i genitori, ma la tragedia inevitabilmente fa il suo corso. Edipo uccide il padre naturale, il re, senza riconoscerlo, salva Tebe da una minaccia, diventa lui stesso il sovrano e – senza saperlo – sposa sua madre, la regina. Ma questo è lontano dalla fine della storia. Nella sua opera Œdipe, George Enescu mette in musica l'antico mito in un modo mozzafiato. Le domande che questa storia solleva sono rilevanti per le persone oggi come lo erano mille anni fa: chi sono io? Da dove vengo? Siamo guidati dal destino o abbiamo le nostre vite nelle nostre mani?

 

 

L'Edipus Opera Camp in collaborazione con la Filarmonica di Vienna e il Festival di Salisburgo nell'Aula Magna dell'Università Mozarteum nell'estate 2019.

La scenografia e il costume si sono sviluppati sulle condizioni del quadro spaziale e temporale, sulle possibilità creative di realizzare un concetto con i supervisori nel campo della visual e media art, nonché sulla collaborazione con il team di riferimento.